La Fortezza delle Donne

La Fortezza delle Donne La fortezza era un rifugio per le donne selgiuchidi e i loro bambini in caso di pericolo. Un passaggio sotterraneo fino al fiume Damsa, garantiva loro una sicura via di scampo. A causa dell’erosione, nel 1954, gran parte del castello precipitò nella gola. Le parti rimaste sono accessibili.

ALTIKAPU (Sei entrate)

Sei finestre sarebbe un nome più appropriato per questo mausoleo, eretto per le donne ed i bambini di un comandante sconosciuto della fortezza.

TEMENNİ (La collina dei Desideri)

Fatto erigere dal pascià Vecihi nel 1268, il mausoleo di Nükrettin, noto più comunemente come Kilicarslan, si trova sulla cima di una collina. Un particolare curioso della tomba è dato da una galleria lunga 700 metri, la cui funzione è tuttora sconosciuta.

La biblioteca Tahsin Aga è ora un piccolo museo. Sembra che sia stata la prima biblioteca della Turchia.

IL MUSEO E LA BIBLIOTECA DI URGUP

La biblioteca racchiude manoscritti di eccezionale valore, inclusa l’opera al completo di Guillaume de Jerphanion, uno studioso francese di storia dell’arte, che trascorse moltissimi anni nelle grotte della Cappadocia per copiare gli affreschi, i disegni e i testi, e misurare il terreno. Egli trascrisse il risultato delle sue ricerche in un grande volume scritto a mano e da lui stesso illustrato. La consultazione di quest’opera è consentita a studiosi e a scrittori.

This post has no comments. Be the first to leave one!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>