Cresta nera

Cresta nera Vicino all’antico fiume Pryamus, l’attuale Ceyhan, situata tra Adana e Maras, una fortezza del tardo periodo ittita un tempo proteggeva le entrate di Ammann e il passo Bahce sulla strada per Aleppo, in Siria. Gli scavi sulla collina iniziarono nel 1949 sotto la direzione del professor H. T. Bossert, lettore all’università di Istanbul. La scoperta di un monumento bilingue, cioè con incisioni sia in lingua ittita che fenicia, fu un enorme contributo all’interpretazione della lingua ittita. Oggi gli esperti possono arrivare a decifrare quasi tutte le iscrizioni ad eccezione di quelle più arcaiche.

Un rilievo in perfette condizioni descrive musicisti e un danzatore che partecipano probabilmente ad una cerimonia religiosa.

La cittadella, con una bellissima vista del fiume, fu la residenza estiva dei re neo-ittiti, tra i quali Asitawada, con il nome inciso sulle ortostate locali. Una di queste descrive il re mentre mangia: la mano destra allungata per prendere il pane e la sinistra con un pezzo di carne.

Cappadocia1.com

This post has no comments. Be the first to leave one!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>