Chiesa delle Monache

La Chiesa inclinata Alla sinistra dell’entrata del museo all’aperto di Göreme, si può notare una rupe alta e accidentata con numerose grotte, finestre, gallerie e arcate naturali che costituivano un tempo la chiesa Rahibiler, un antico monastero che prosperò tra l’VIII e il XIII secolo.

Ancor oggi è evidente la sua buona organizzazione: «il monastero» apparentemente molto più elevato, in realtà è disposto su tre piani collegati da scale, gallerie e passaggi segreti, con le entrate abilmente nascoste. A giudicare dall’ampiezza dei dormitori e dai posti disponibili nel refettorio, la colonia monastica avrebbe potuto alloggiare trecento suore. La chiesa è ornata con pitture arcaiche tipiche del decimo secolo, con il rosso come colore predominante.

Uno dei dormitori al terzo piano ha una stanza segreta con nicchie per le icone e per piccoli tesori religiosi.

Nel refettorio al pian terreno troviamo un tavolo intagliato nella roccia con panche e le usuali cavità circolari per spremere gli acini d’uva. Vicino al refettorio un tempo si trovavano la cucina e la dispensa. Ogni parte del convento era collegata per mezzo di scalinate e passaggi che potevano essere bloccati, se necessario, con pesanti «pietre da macina», alcune delle quali sono tuttora esistenti.

This post has no comments. Be the first to leave one!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>